Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici...

CATETERISMO VESCICALE E COMPETENZE O.S.S.

Quando parliamo di cateterismo vescicale, quali sono le competenze dell’O.S.S. e i ruoli che deve svolgere?

Nel caso in cui si dovesse gestire un paziente cateterizzato, l’O.S.S. ha sicuramente un ruolo importante anche se l’inserimento di un catetere rimane di competenza dell’infermiere.

Quindi, appurato che l’O.S.S. non deve essere il protagonista di questa procedura invasiva, ciò non esclude che possa avere un ruolo importante e una partecipazione attiva.

Nelle prossime righe, scoprirai cosa è il cateterismo vescicale e qual è il ruolo dell’O.S.S.

Cos’è il cateterismo vescicale?

Il primo passo per capire qual è il ruolo dell’O.S.S. è approfondire l’argomento del cateterismo vescicale. Per cateterismo vescicale si intende una procedura che rende più semplice il drenaggio dell’urina dalla vescica.

Questa procedura viene applicata in diversi casi che si traducono in incontinenza urinaria, patologie vescicali, ritenzione urinaria, etc.

Il cateterismo vescicale è caratterizzato dalla presenza di un tubicino in lattice (oppure in altri materiali come poliuretano e silicone) che è introdotto nell’uretra fino alla vescica. Successivamente, il catetere sarà collegato ad una sacca per raccogliere l’urina. Questa può essere a circuito chiuso oppure a circuito aperto.

Cosa può fare l’O.S.S.?

Quindi, abbiamo accennato nell’introduzione di questo articolo che la procedura di cateterismo vescicale può essere affrontata dall’infermiere e non dall’O.S.S. Infatti, nel caso in cui un O.S.S. dovesse effettuare questa procedura in totale autonomia, rischierebbe di ricevere una denuncia esercizio abusivo. Insomma, non vorrai mica rischiare così tanto!

Sarà l’infermiere ad occuparsi in toto di questa procedura anche se l’O.S.S. potrebbe occuparsi di alcune fasi della gestione del paziente cateterizzato. Quindi, il compito dell’O.S.S. è quello di preoccuparsi dell’igiene perineale e genitale del paziente in quanto è necessaria che ci sia una igiene intima curata perché si tratta di una operazione sterile e delicata.

Sebbene l’O.S.S. non possa materialmente inserire il catetere, il suo ruolo è quello di preparare tutto l’occorrente affinché l’infermiere possa subito effettuare questa procedura.

Materiale occorrente

  • Sapone liquido o gel antisettico
  • Guanti sterili
  • Garze sterili
  • Telini sterili
  • Sacco di raccolta
  • Siringa
  • Salviettine

A ciò, deve essere aggiunto il catetere e la sacca per la raccolta delle urine. Se fosse la prima volta che si effettua questa procedura sul paziente, sarebbe il caso di portare cateteri di dimensioni diverse per capire qual è il più adatto alla situazione.

Un altro compito che è affidato all’O.S.S. è quello della mobilizzazione del paziente. Infatti, sarà l’O.S.S. a far sì che il paziente sia nella posizione migliore per l’inserimento del catetere.

Il ruolo dell’O.S.S. non finisce certo qui. Il suo lavoro implica anche delle operazioni da fare in merito alla sacca del paziente. In particolare, si occuperà di svuotare e di sostituire la sacca. Inoltre, sarà attento a rilevare delle caratteristiche delle urine come quantità, colore, limpidezza e odore. Eventualmente dovrebbe segnalare delle anomalie qualora ne riscontrasse una (presenza di sangue oppure scarsa quantità di urina).

Tutti questi elementi dovranno essere segnati da parte dell’O.S.S. in un apposito registro che viene poi letto da infermieri e medici.

Quindi, sebbene l’O.S.S. non si occupi in prima persona della procedura di cateterismo vescicale ma assolve ad una serie di compiti che si rivelano essere fondamentali affinché questa operazione vada a buon fine.


Filippo

Fermarsi significa retrocedere.

ajax-loader