RILEVAZIONE DELLA GLICEMIA CON STICK GLICEMICO

Lo stick glicemico è una striscia reattiva, da inserire in un dispositivo di misurazione, su cui si appone una goccia ematica al fine di rilevare la glicemia (quantità di zucchero) presente nel sangue.

Quando e perché si effettua la rilevazione della glicemia

La rilevazione della glicemia tramite stick glicemico è molto importante per i pazienti diabetici poiché permette di tenere sotto controllo la patologia.

Infatti, i risultati servono a controllare il regime alimentare, verificare l’efficacia della cura e, eventualmente, apportare delle correzioni allo stile di vita del paziente.

Procedura per la rilevazione della glicemia

Per eseguire correttamente la rilevazione della glicemia con l’uso dello stick glicemico ci sono varie fasi che l’operatore sanitario deve seguire e rispettare scupolosamente:

  • Preparazione
  • Lavarsi accuratamente le mani;
  • Indossare i guanti;
  • Organizzare l’occorrente: dispositivo di misurazione glicemica, dispositivo pungidito con ago, strisce reattive, soluzione disinfettante, cotone e garza;
  • Apporre la striscia reattiva nel dispositivo di misurazione glicemica;
  • Apporre l’ago nel pungidito;
  • Informare il paziente della procedura;
  • Accertarsi che le mani del paziente siano pulite, si consiglia il lavaggio (quando possibile) con acqua calda e sapone, poiché le soluzioni disinfettanti e l’alcol possono alterare i risultati così come anche i residui di cibo (soprattutto zuccherosi) e sudore (anch’esso contenente glucosio);
  • Accertarsi che i polpastrelli del paziente siano completamente asciutti, poiché l’acqua diluisce il campione e altera i risultati.

  • Prelievo capillare sanguigno e risultati
  • Utilizzare il dispositivo pungidito per effettuare una piccola puntura al lato di un polpastrello del paziente. (Esistono anche dispositivi che permettono la puntura sull’avambraccio o altre parti del corpo);
  • Effettuare una leggera pressione sul polpastrello per facilitare la fuoriuscita della goccia di sangue.

(Se si preme troppo il rischio è di provocare la fuoriuscita dell’acqua dei tessuti che diluirebbe il campione sanguigno);

  • Prelevare il sangue seguendo scrupolosamente le istruzioni relative al dispositivo di rilevazione;
  • Apporre la goccia ematica sullo stick;
  • Apporre il cotone inumidito di soluzione disinfettante e la garza sulla puntura.
  • Attendere i risultati del dispositivo di misurazione glicemica;
  • Comunicare i risultati al paziente e, eventualmente, registrarli.

(N.B. La procedura generica riportata in questo articolo è a puro scopo illustrativo e non sostituisce le nozioni apprese durante corsi e tirocini. Inoltre, esistono diversi tipi di dispositivi che devono essere utilizzati seguendo scrupolosamente le relative istruzioni)

L’OSS può effettuare la rilevazione della glicemia?

In molte regioni italiane, l’attuale legislazione che fa riferimento all’Accordo Conferenza Stato-Regioni del 22 febbraio 2001 individua solo genericamente le mansioni dell’OSS ma non specifica dettagliatamente e con precisione se può effettuare la rilevazione della glicemia. Tale mansione è considerata alquanto “invasiva” e, quindi, effettuabile solo dagli infermieri.

Quindi esiste una grande confusione in merito, accentuata anche dall’aver imparato o meno durante il tirocinio e i corsi di formazioni come si effettua la rilevazione della glicemia.

Invece, solo Lombardia ed Emilia-Romagna, nella loro legislazione regionale attuale hanno specificato che l’OSS può effettuare gli stick glicemici.


Filippo

Fermarsi significa retrocedere.

ajax-loader
error: Il contenuto è protetto !!