DIFFERENZA TRA AUSILI E PRESIDI

Spesso si è portati a pensare che ausili e presidi siano la stessa cosa e i due termini vengono utilizzati nel linguaggio comune indistintamente, ma in realtà si tratta di due cose differenti tra loro e ben definite.

Cosa sono e a cosa servono gli ausili?

Gli ausili sono tutti quegli strumenti che servono a far compiere all’assistito delle azioni o dei movimenti che altrimenti sarebbe impossibilitato a compiere.

Di solito gli ausili sono utilizzati soprattutto da persone con disabilità, ma vengono utilizzati anche in altri casi di impossibilità temporanea a compiere determinate azioni, come dopo un’importante operazione chirurgica, una paralisi temporanea e altre casistiche simili.

Dunque, gli ausili sono tutti quei prodotti, attrezzature, strumenti e sistemi tecnologici che possono essere utilizzati da una persona per alleviare, eliminare, prevenire e compensare menomazioni o disabilità croniche o temporanee.

In base alla loro utilità, gli ausili sono suddivisi in:

  • Ausili tecnici, che servono a permettere lo spostamento domestico o all’esterno della persona, sono suddivisi in:
    • Ausili per la stabilizzazione, per permettere una posizione eretta, prona o supina all’utilizzatore come gli standing;
    • Carrozzine, per permettere la deambulazione autonoma o meno, quindi carrozzine, passeggini, seggioloni, ecc.;
    • Ausili per la deambulazione, per migliorare l’equilibrio e la deambulazione come stampelle, bastoni, calzature ortopediche, ecc.
  • Ausili per i trasferimenti, per migliorare lo spostamento quotidiano in autonomia o con assistenza come tavolette, teli scorrevoli, sollevatori, maniglioni, dispositivi per il caricamento e scaricamento della carrozzina in auto o per le scale, ecc.;
  • Sistemi di postura e antidecubito, per permettere alla persona di mantenere una posizione comoda e corretta come cuscini e materassi;
  • Ausili informatici, di accessibilità al pc, software riabilitativi e didattici, sensori e altri strumenti tecnologici, per aiutare le persone con handicap o impossibilitate nel normale svolgimento di attività informatiche oppure riabilitative e didattiche;
  • Ausili per la vita quotidiana, che servono per permettere lo svolgimento di hobby e sport come carrozzine e seggiolini progettati appositamente per esigenze sportive, posateria per portatori di handicap, ecc.;
  • Ausili per la cura e l’igiene personale quali sedie, rialzi e staffe per doccia e wc, ecc.;
  • Comunicatori, particolari strumentazioni che servono quando la persona non riesce a comunicare normalmente con la voce o con i gesti.

Cosa sono e a cosa servono i presidi?

I presidi sono tutti quegli strumenti, apparecchi, impianti, sostanze o altro prodotto che servono per diagnosticare o autodiagnosticare, prevenire, controllare, somministrare una terapia o attenuare una malattia cronica o temporanea, un handicap o una ferita.

La caratteristica principale dei presidi è quella di non svolgere un’azione principale sul corpo umano o al suo interno con procedimenti farmacologici o immunologici.

Quindi, si tratta perlopiù di oggetti che servono per la prevenzione e la cura di determinate patologie croniche o transitorie, quali dispositivi medici monouso, ad esempio:

  • Presidi per l’incontinenza, come pannoloni, cateteri, traversine, sacche di contenimento, ecc.;
  • Bendaggi per lesioni di diversa natura;
  • Cannule tracheali;
  • Sacche e cannule per stomie;
  • Presidi per diabetici, quali microinfusori insulinici, siringhe, aghi pungi-dito, strisce reattive, dispositivi per il controllo della glicemia, ecc.

Categorie: Nozioni

Filippo

Fermarsi significa retrocedere.

ajax-loader