MANOVRE DI DISOSTRUZIONE DELLE ALTE VIE AEREE

Le manovre di disostruzione sono gesti che permettono di liberare le prime vie aeree dalla presenza di un corpo estraneo che ostruisce il passaggio dell’aria nei polmoni. Sono tecniche di primo soccorso sanitario da mettere in atto sia in caso di ostruzione parziale, quando cioè il corpo estraneo permette un minimo passaggio di aria, quindi una ossigenazione se pur minima del sangue, sia in caso di ostruzione totale, quando il corpo estraneo occlude completamente le vie respiratorie, non permettendo l’ossigenazione del sangue che porterà ad una conseguente ed imminente perdita di coscienza, con probabili esiti gravi. Le informazioni qui riportate fanno riferimento alle linee guida pubblicate da ERC (European Resuscitation Council), aggiornate quinquennalmente (anche se la prossima pubblicazione è prevista per il 2021 causa COVID-19). Le manovre di disostruzione si differenziano, in generale, in base alla vittima e alle circostanze in cui essa si presenta al soccorritore.

In caso di:

          Vittima in piedi – cosciente

In caso di ostruzione parziale, cioè quando la vittima è in grado di respirare, tossire, parlare e piangere, avvicinarsi ad essa ed invitarla a tossire, col busto chinato in avanti, per espellere in autonomia il corpo estraneo. In caso di ostruzione totale, la persona sarà impossibilitata ad effettuare respiri efficaci, avrà labbra ed estremità livide e porterà le mani intorno al collo. In questa situazione, dopo aver spiegato alla vittima di soffocamento che ciò che ci si appresta ad effettuare, eseguire la Manovra di Heimlich per cinque volte, al fine di creare una compressione sul diaframma che porterà all’espulsione dell’ostruzione. Ripetere la serie da cinque spinte fino all’avvenuta espulsione del corpo estraneo. In caso di perdita di coscienza, posizionare la vittima supina ed eseguire la RCP.

           Vittima sdraiata – cosciente

Dopo aver delicatamente aiutato la vittima di soffocamento a posizionarsi sulla schiena, sistemarsi frontalmente ad essa, in modo da essere sui suoi fianchi. Appoggiare le mani sovrapposte tra l’ombelico e la parte finale dello sterno e, aiutandosi con il proprio peso, effettuare cinque spinte verso la bocca della persona, fino alla completa espulsione del corpo estraneo. Ripetere la serie se necessario. In caso di perdita di coscienza, eseguire la RCP.

           Vittima sdraiata – incosciente

Se la vittima di soffocamento perde coscienza a seguito dell’impossibilità di respirare, posizionarla sulla schiena e, dopo aver somministrato due insufflazioni bocca-bocca, procedere con la RCP, come da protocollo delle Linee Guida ERC. Le

           Bambino

Per il bambino, considerato tale a partire dall’anno di età, le procedure per l’esecuzione delle manovre di disostruzione e della manovra di Heimlich sono uguali a quelle per l’adulto (in caso di presenza di coscienza o meno). In caso di necessità, durante l’esecuzione della manovra di Heimlich il soccorritore può inginocchiarsi alle spalle del bambino per avere maggiore comodità nell’esecuzione.

           Neonato

In caso di ingerimento di corpo estraneo da parte di un neonato (quindi sotto l’anno di età), sedersi su un appoggio stabile o accovacciarsi a terra con un ginocchio piegato sul pavimento, appoggiare la piccola vittima prona sul proprio avanbraccio, che sarà posizionato su una gamba. Il neonato sarà leggermente inclinato verso il basso. Con la mano libera, dare cinque colpi interscapolari in modo deciso ma non violento. Se il corpo estraneo non viene espulso, rigirare il neonato sull’altro braccio, in posizione supina, sorreggendogli il capo con la mano ed effettuare cinque compressioni toraciche con due dita posizionate nella metà inferiore dello sterno. Ripetere la doppia serie da cinque fino alla completa disostruzione delle vie aeree. Se il neonato perde coscienza, praticare la RCP come da linee guida ERC.

           Sé stesso

È possibile eseguire le manovre di disostruzione anche sulla propria persona, ovviamente in presenza di coscienza. La tecnica è la stessa utilizzata per la disostruzione dell’adulto cosciente in piedi sopra riportata, avendo l’accortezza di posizionarsi con la schiena contro una parete o una superficie dura durante l’esecuzione della Manovra di Heimlich.

           Donna in stato di gravidanza

Nel caso in cui la vittima di soffocamento sia una donna in stato di gravidanza, le manovre di disostruzione delle vie aeree si eseguono con la stessa modalità dell’adulto (in presenza o in assenza di coscienza). Le indicazioni sull’esecuzione della manovra di Heimlich per la disostruzione sono valide anche in questo caso. L’accortezza da seguire è il posizionamento delle mani: esse vanno messe subito sotto lo sterno, dato che la posizione del diaframma in caso di gravidanza si sposta leggermente verso l’alto, ma mai sulla gabbia toracica. In caso di perdita di coscienza si seguono le indicazioni per la RCP su donna gestante pubblicate da ERC.

Al termine dell’esecuzione delle manovre salvavita anti-soffocamento, è bene allertare in ogni caso il 118. Le indicazioni qui riportate sono puramente a scopo divulgativo; è consigliato seguire un corso pratico-teorico sulle manovre di disostruzione delle alte vie respiratorie.


Filippo

Fermarsi significa retrocedere.

ajax-loader
error: Il contenuto è protetto !!