MANOVRA DI HEIMLICH

La Manovra di Heimlich, detta anche manovra anti soffocamento, è una delle tecniche utilizzate per la disostruzione delle alte vie aeree; può essere messa in atto in caso occlusione delle vie respiratorie dovuta alla presenza di un corpo estraneo che non permette il passaggio dell’aria durante l’atto del respiro, che in questo caso risulta inefficace. Fu menzionata per la prima volta nel 1974, in una pubblicazione del dott. Henry Heimlich, medico statunitense che ne descrisse l’esecuzione come metodo salvavita. Le informazioni qui riportate fanno riferimento alle linee guida pubblicate da ERC nel 2015 (European Resuscitation Council), aggiornate quinquennalmente (anche se la prossima pubblicazione è prevista per il 2021 causa COVID-19). La manovra consiste in spinte addominali che, creando una pressione intratoracica, muovono il corpo estraneo verso l’alto e quindi verso la bocca, per essere espulso e liberare così le alte vie respiratorie. La manovra di Heimlich si esegue in caso di ostruzione totale, quando la persona sarà impossibilitata ad effettuare respiri efficaci, avrà labbra ed estremità livide e porterà le mani intorno al collo in segno di soffocamento. In questa situazione, dopo aver spiegato alla vittima ciò che ci si appresta ad effettuare, posizionarsi alle spalle della persona, cercando una postura stabile a gambe leggermente divaricate, abbracciarla all’altezza della vita, mettere la mano a pugno tra l’ombelico e la parte finale dello sterno, al centro di una ipotetica “C”, sovrapporre con l’altra mano il proprio pugno ed effettuare cinque spinte a “cucchiaio” (ovvero verso l’interno e verso l’alto, definite spinte antero-posteriore e caudo-craniale) al fine di creare una compressione sul diaframma che porterà all’espulsione dell’ostruzione. La manovra di Heimlich è inserita in un insieme di procedure di disostruzione delle alte vie respiratorie che variano in base al tipo di vittima (adulto, bambino, lattante, donna in stato di gravidanza) e al tipo di situazione che si presenta al soccorritore (presenza o meno di coscienza, vittima in piedi o distesa). Al termine dell’esecuzione della manovra salvavita di Heimlich, è bene allertare in ogni caso il 118.


Filippo

Fermarsi significa retrocedere.

ajax-loader
error: Il contenuto è protetto !!