ASSISTENZA AL PAZIENTE AUTOSUFFICIENTE DURANTE L’IGIENE

Il paziente autosufficiente è quel paziente dotato delle caratteristiche fisiche e psicologiche che lo rendono adatto a prendersi cura autonomamente di sé stesso, dunque esso necessita di un aiuto parziale, ma certo è un aiuto da elargire in modo corretto e consapevole. L’OSS ha, in questo caso, l’importante compito di rassicurare e guidare il paziente durante la pratica dell’igiene quotidiana, assicurandosi che sia svolta in sicurezza e tranquillità, infondendo al paziente fiducia sull’operato e sulle proprie capacità. L’OSS ha il compito, anche, di conservare le abilità residue del paziente, anche se autosufficiente, in modo da non fargli perdere l’autonomia psicofisica acquisita e/o mantenuta fino a quel momento. L’Operatore Socio Sanitario, in presenza del paziente autosufficiente, valuterà il grado di autonomia dello stesso, per guidarlo ed assisterlo al meglio. Una volta eseguito il lavaggio sociale delle mani ed aver indossato i guanti, l’OSS preparerà su di un carrello mantenuto pulito e disinfettato ad ogni utilizzo, tutto il materiale occorrente, che deve essere anch’esso pulito. Nello specifico: asciugamani e telo da bagno, personali o forniti dalla struttura, sapone neutro, shampoo e spugna, deodorante ed eventuali creme per il corpo e per il viso, rasoio e schiuma da barba, se richiesti, phon e spazzola, indumenti puliti, contenitore per i vestiti sporchi. Dopo aver identificato il paziente e garantito la privacy chiudendo la porta, controllare il suo grado di autonomia negli spostamenti dal letto al bagno, fornendo eventualmente una carrozzina o un deambulatore. Se è necessario, fornire la sedia doccia al paziente per permettergli di lavarsi in sicurezza. Aiutarlo ad entrare ed uscire dalla doccia e, nel caso di paziente parzialmente autosufficiente, facilitare il paziente nel lavaggio di zone a lui difficilmente raggiungibili. Se il paziente è completamente autonomo, l’operatore può allontanarsi e lasciare che esso si lavi da solo, non mancando di controllarlo ogni 15 minuti. Anche nel caso in cui il paziente voglia lavarsi a zone e quindi non fare la doccia, è opportuno chiedergli se preferisce rimanere da solo, essere assistito dall’operatore o utilizzare una sedia, che può dare una maggiore sicurezza anche in pazienti totalmente autosufficienti: è risaputo che l’ospedalizzazione può causare indebolimento muscolare. Dopo la vestizione, il paziente può essere riaccompagnato in camera e l’OSS deve procedere al riordino dei materiali utilizzati, allo smaltimento dei rifiuti e alla eventuale segnalazione di arrossamenti cutanei o lesioni presenti sul corpo del paziente. Questa procedura rientra nei compiti specifici dell’OSS.


FILIPPO ORALI

Fermarsi significa retrocedere.

Canale WhatsApp Per OSS

Riceverai aggiornamenti su concorsi pubblici (RSA escluse), notizie e suggerimenti. Sei nuovo nel settore?. Costruiamo insieme il tuo futuro!